I 21 suggerimenti di Emilio Sànchez per vincere contro le avversità. Dentro e fuori dal campo da tennis

REGOLA #8

# 8 Rispetta i tuoi compagni di squadra. Hanno i tuoi stessi obiettivi (valori)

QQuesto è la primo suggerimento sui ‘valori’, qualcosa che considero molto importante e che ho sempre tenuto in grande considerazione sia quando giocavo, sia nella nostra Tennis Academy e infine come capitano della Coppa Davis: dovresti sempre essere rispettoso verso i tuoi compagni perché fai parte di una squadra e a un certo momento ne avrai bisogno.

Il tennis è uno sport individuale, e nelle competizioni e in campo si gioca essenzialmente uno contro uno in singolo. Tuttavia tutta la preparazione, il viaggio, ecc. si svolgono normalmente in squadra, la squadra che ti sta accanto nei momenti belli e meno belli, almeno io così l’ho vissuta.

Compagni di squadra con cui ti alleni, con cui viaggi, con cui ti riscaldi prima di una partita, compagni di squadra da cui impari, con cui puoi giocare in doppio. Nel mio caso, Sergio Casal e io abbiamo creato una squadra di doppio che durò per molti anni, e che poi ha fondato l’Accademia Sánchez-Casal, un simbolo tangibile del nostro rispetto reciproco.

Ricordo un torneo a Kitzbuhel. Cominciò a piovere e non potemmo giocare lunedì, martedì, mercoledì e giovedì. Abbiamo iniziato il venerdì e quel giorno Sergio ha perso subito, ma ho giocato due singoli e un doppio; poi sabato altri due singoli e un doppio, e finalmente sono arrivato alla finale dei singoli e alla semifinale di doppio. Si giocava al meglio dei cinque set e ho vinto. Ero esausto, non volevo giocare, ma c’era il mio compagno che aveva bisogno di me e non potevo arrendermi. Abbiamo giocato la semifinale e abbiamo vinto, e dopo mezz’ora siamo tornati al campo coperto e Sergio ha lottato per due, lo ha fatto da solo, è stato un grande e rispettoso compagno. E abbiamo vinto.

In altre parole, da questa relazione, da quegli stessi sogni, da quelle stesse difficoltà, dalla stessa eccitazione, che per me è fondamentale – è venuto fuori questo suggerimento:

“Rispetta i tuoi compagni di squadra. Rispettali, perché hanno gli stessi obiettivi che hai tu”.

Sergio Casal mi ha detto che durante il periodo in cui viaggiavamo insieme e giocavamo come doppietta in numerosi tornei, e specialmente in Coppa Davis, ha imparato molto sul rispetto e sul lavoro di squadra. C’è stato un tempo in cui abbiamo lavorato così bene insieme che lui sapeva in anticipo cosa avrei fatto in campo, e viceversa.

Per replicare questo feeling, quando ha viaggiato in tornei con Svetlana Kuznetsova, l’ha incoraggiata a giocare in doppio con Martina Navratilova, in modo che fosse intrisa di questi valori.

Questo è anche il motivo per cui oggi alla Sànchez-Casal Academy, il nostro progetto comune, incoraggiamo i nostri giocatori a giocare il doppio e ad imparare dalle dinamiche del team.

Come valore, il rispetto per i tuoi compagni di squadra è qualcosa che tutti apprendono presso l’Accademia Sànchez-Casal fin dal primo giorno in cui si arriva e si inizia a vivere insieme ad altri giocatori provenienti da tutto il mondo, condividendo sessioni di allenamento, fitness, preparazione mentale, lezioni scolastiche, pranzi, viaggi… in sostanza vivendo insieme.

Dopo il liceo, le università americane incoraggiano questo valore, dove il rispetto per il tuo compagno di classe che rallegra i colori della tua squadra è vitale, e più avanti nella tua vita personale o professionale, diventerai cittadino del mondo con questo valore dentro di te.

Ad esempio, vale la pena sottolineare che i componenti delle squadre di tennis delle università americane mostrano questo fondamentale valore di rispetto per i loro compagni. Se uno di loro arriva in ritardo ad un allenamento o non segue le regole, l’intera squadra riceve la stessa sanzione, chiunque sia che non ha fatto ciò che doveva fare.

Ecco perché penso che sia il tennis professionistico che il tennis universitario sono ottimi modi per imparare a rispettare gli altri. Per me, lottare al fianco di Sergio Casal nel circuito del tennis mi ha fatto capire molto sui compromessi e sul non mollare mai. E tu?

Grazie a Daniel Muñoz, co-autore di questo post.

Emilio Sánchez Vicario
CEO and Founder at Sánchez-Casal Academy

» Leggi l’articolo originale dal sito della Academia Sànchez-Casal

inizia qui
1
Una info al volo?
Ciao! Se hai bisogno mandaci un messaggio senza impegno